Il Dizionario del movimento dei colori è un testo di JM Roudinesco.
Ho rielaborato tutti i calcoli da lui già effettuati e li ho riportati in un nuovo testo in lingua italiana.
A mio avviso tutti i giocatori di bridge dovrebbero averne una copia a portata di mano.
Davide Picone

Come si fa a muovere questo colore? – Come avrei dovuto muovere questo colore? Chiedete il parere ad una ventina di esperti, e otterrete venti diverse risposte, tra cui almeno diciannove saranno sbagliate. Chiaramente, l’argomento è molto difficile e complicato, e non ci sono molti giocatori di bridge in grado di far fronte correttamente a tutte le combinazioni dei colori che incontrano.
Lo scopo di questo dizionario è quello di fare un inventario di tutte le combinazioni dei colori in un ordine logico e fare per ognuno un’analisi comparativa di tutti i possibili movimenti, con le loro possibilità di successo. Di solito, i libri di testo suggeriscono la soluzione migliore, che spesso è “il piacere di un esteta”, dal momento che la seconda migliore soluzione, forse anche la terza, può essere la più appropriata alla situazione.
In pratica, non bisogna mai dimenticare che il miglior modo di muovere un colore è definito secondo un obiettivo che si deve raggiungere – il numero di prese che dovete ottenere nel colore – ma anche in un contesto che può modificare i fattori iniziali del problema.
I necessari ingressi laterali non sono sempre disponibili per attuare la migliore linea di gioco, o possono avere un impiego migliore; le probabilità iniziali possono essere modificate da un conteggio parziale delle mani avversarie; infine, un altro seme può offrire una soluzione alternativa, sempre che non abbiate affrancato prese – e perso il contratto.

Capitolo 1
Con Asso Re Dama